Crisi: l’offline trascina a fondo l’online?


Scritto il 1 dicembre 2008 alle 15:35 da Nereo  |   View blog reactions



Due righe che contengono anche un po’ di autocritica “settoriale”.

Inizio premessa: il nostro settore (parlo del Search e non del Web in generale) va ancora decisamente bene e i progetti sono in crescita nonostante la crisi internazionale sia tutt’altro che risolta. Fine premessa :-)

Tutti gli operatori della comunicazione/pubblicità online, vanno da tempo rimarcando i benefici di questo canale rispetto ai mezzi tradizionali, offline.

Fin qui siamo d’accordo e va tutto bene.

Il problema sorge quando ci dimentichiamo (e l’abbiamo fatto tutti) che la stragrande maggioranza delle aziende ha il proprio business radicato fortemente offline.
In altre parole, Internet può anche essere entrato nel media mix ma è comunque un canale che per quanto possa portare non riesce ad uguagliare quantitativamente il ritorno dai canali tradizionali, fosse anche solo dai commerciali, distributori e agenti.

Questo mi porta a fare una riflessione basata sull’esperienza che sto facendo con un cliente in questi giorni: mentre Internet rappresenta il canale privilegiato per generare business a basso costo, il suo problema è la quantità di business rapportata a quanto una grande azienda sviluppa (o non sviluppa più) su altri canali.
E’ uno squisito problema di peso

Un esempio numerico (con dati di fantasia) è d’uopo: il giro d’affari generato offline cala del 30% ma pesa per il 90% del fatturato complessivo. Mentre Internet, per quanto possa tenere o addirittura crescere, peserà sempre e solo solo per il 10% (o giù di lì) del totalone. 
Non basta per salvare la baracca e fugare i venti di crisi (che spesso sono e restano solo venti… ma questo è un altro discorso). 

Morale?
Che diverse aziende con progetti web che funzionano e portano risultati clamorosi si trovano a dover ridurre personale, strutture e investimenti a causa della loro ovvia dimensione principale che resta e resterà naturalmente offline.

Non pensi anche tu che sia il caso di smetterla con l’ottimismo da online fine a se stesso?



Share on FriendFeed

icona feed RSS Aggiungi il feed al tuo aggregatore!



Postato il 1 dicembre 2008 alle 15:35 all'interno della categoria Advertising online, Pensieri sparsi, Web Marketing.
Puoi seguire i commenti a questa discussione sottoscrivendo il feed.
Puoi dire la tua o fare un trackback dal tuo blog.

  • http://blog.comprabanner.com/ Martino

    Ottima analisi… per puro caso ne ho parlato anche io pochi giorni prima, partendo da altre premesse, ma giungendo alle stesse conclusioni ;)

    http://blog.comprabanner.com/2008/11/27/google-accusa-la-crisi-globale-e-voi-pensate-davvero-di-essere-al-sicuro/

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

  • http://www.maxkava.com massimo cavazzini

    come dire… eppure non ci siamo parlati :-)
    http://www.maxkava.com/2008/11/pubblicita-on-line-troppo-ottimismo.html

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

  • http://www.totale.it/ Nereo

    Massimo, dovevo essere stato “contaminato” anche dalle tue considerazioni perché sei nel mio aggregatore :-)

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

  • http://www.totale.it/ Nereo

    Martino, ho letto tutto ma sulla parte di Google non sono d’accordo.
    Appena ho tempo vorrei raccogliere un paio di dati in un post ma per ora posso dirti che Big G va ancora benissimo e il dubbio che ci sia dietro altro non mi abbandona.
    Ad esempio: quale migliore occasione della crisi per fare un po’ di pulizia dando la colpa ad altri senza dover ammettere di aver fatto R&D su progetti sciagurati? :-)

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

  • http://www.maxkava.com massimo cavazzini

    disaggregami :-P

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

  • http://blog.comprabanner.com/ Martino

    Punto di vista interessante. Personalmente immagino che Google veda comunuque la sua liquidità in contrazione. Se la gente ha meno soldi da spendere in Adwords è evidente che anche G qualcosa ne risenta. Dipende poi da quanto raccoglie dei fuggitivi degli altri mercati pubblicitari… se hai dei dati da condividere aspetto con curiosità!

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

  • http://www.webmarketingforum.it Alessandro Sportelli

    Certo! l’ottimismo da online fine a se stesso è una brutta bestia :-) serve poco agli operatori del settore… potrebbe però servire ai potenziali clienti. Chi meglio degli operatori del settore può offrire fiducia descrivendo il web come strumento efficace?

    Non è sempre vero che gra parte dei budget vengono spesi offline… questo dipende dalla tipologia di aziende di cui parliamo. Va bene se parliamo di multinazionali ma non ci metterei le mani sul fuoco se parliamo di pmi…. e l’Italia ne è piena.
    Un caro saluto :-)

    Come ti sembra questo commento? Thumb up 0 Thumb down 0

Get Adobe Flash player